Arrivano le feste e si chiude un anno, il 2022, ricco di soddisfazioni sportive e umane. E per ricordarle Assindustria Sport si è ritrovata a “a casa”, allo Stadio Colbachini, per un agile brindisi di Natale assieme ai tecnici della società.

L’occasione per abbracciare simbolicamente i più di 900 atleti gialloblù che, ogni giorno, oltre all’impianto di Piazza Azzurri d’Italia animano lo Stadio Tullio Biscuola di Rovigo e gli impianti di Anguillara Veneta, Arzergrande e Adria.

Le finali Oro e Argento dei CdS, le cinque maglie azzurre vestite dai suoi atleti, ma anche le 28 medaglie conquistate ai campionati italiani delle varie categorie. Il 2022 di Assindustria Sport è stato tutto questo, ma anche «l’impegno a non lasciare indietro nessuno e a occuparsi sì dei campioni, ma anche di chi fa attività di base e amatoriale», come ha ricordato il presidente Roberto Gasparetto salutando i presenti e anticipando alcune delle novità che porterà il 2023.

Al suo fianco, graditi ospiti, l’assessore allo sport Diego Bonavina, il presidente del Coni regionale Dino Ponchio, il vicepresidente nazionale Fidal Sergio Baldo, il presidente regionale Fidal Francesco Uguagliati, il presidente provinciale Fidal Paolo Bianco e la Consigliera nazionale Fispes Antonella Munaro.