La giavellottista azzurra, che già da un paio d’anni si allena al Colbachini, rinforzerà ulteriormente la squadra femminile gialloblù

 

Un primato personale tutt’altro che banale di 54.99 metri nel lancio del giavellotto. La conquista del titolo italiano under 23, abbinata alla medaglia di bronzo ai Tricolori invernali. Le maglie azzurre vestite nel Triangolare Italia – Francia – Germania di inizio stagione, in Coppa Europa under 23 ad Arad (Romania) e ai Campionati del Mediterraneo under 23 di Tunisi, dove ha gareggiato assieme all’amica Carol Zangobbo, che ritroverà come compagna in maglia gialloblù. Sono solo alcuni “snodi” cruciali del 2016 di Paola Padovan, nuovo rinforzo della squadra femminile di Assindustria Sport Padova.

«Già da un paio d’anni mi alleno allo Stadio Colbachini, qui a Padova conosco tutti gli atleti che frequentano il campo» racconta la ventenne atleta bellunese (ne festeggerà 21 il 4 dicembre). «Così, quando Fabio De Gaspari, direttore tecnico della squadra, mi ha coinvolto nel progetto di Assindustria Sport, non mi ha colto di sorpresa». Paola ha nella città del Santo un punto di riferimento: «Studio architettura a Venezia, ma vivo qui e, nel fine settimana, in genere mi sposto verso Belluno. Diciamo che faccio vita da pendolare, sempre di corsa, ma ne vale la pena».

Sulla prossima stagione, Paola, infine, ha idee precise. «C’è in calendario la Coppa Europa invernale di lanci alle Canarie e mi piacerebbe guadagnarmi la convocazione. E poi ho chiaro in mente quale misura voglio raggiungere: i 57.50 metri con cui, già quest’anno, mi sarei qualificati agli Europei. So di valerla dagli allenamenti. Ci punto!». E tutta Assindustria Sport tifa per lei.